mercoledì 28 gennaio 2009

scissioni e dissolvenze

Svanire nel nulla non è proprio il massimo, e immagino gli innumerevoli fanss impegnati a strapparsi capelli e vestiti rodendosi e scervellandosi nel tentativo di capire che cosa è mai potuto succedere al grande maestro, dispensatore di saggezza in questo spazio web illuminato.
Orsù, siate sereni, un giorno non lontato egli tornerà a diffondere il verbo vergando con caratteri di silicio i fogli virtuali di cotesta landa elettronica. Per ora il sommo sarà impegnato in profonde riflessioni e meditazioni nel tentativo di trovare le risposte ai mali della sua mente e del suo cervello. Quest'ultimo in particolare ha deciso di manifestare il suo dissenso per una capacità cranica estremamente ridotta in rapporto al suo grande volume, quindi spinge e pulsa martellando i cosiddetti "seni paranasali" (non è una frase ambigua) e cercando di trovare nuovo spazio vitale attraverso il naso.
Questo simpatico dolore ha creato una scissione dell'io, che implica il fatto che la parte oscura si sia estrinsecata prendendo il sopravvento. E come si sa essa non tollera di buon grando le fonti luminose e in particolare i fasci fotonici adsorbiti dal monitor del computer. Quindi lontananza forzata da web, word, windows e tutte le altre parole che iniziano per "w", eccezion fatta per wc.
Non bastasse ciò la parte luminosa dell'io ha trovato nuova occupazione da qui a luglio, che sommata alla precedente porta all'immersione dell'essere nelle fauci del sistema per un tempo che si aggira intorno alle 13-14 ore giornaliere.
Onde evitare la totale disgregazione di mente e corpo, o anche solo la loro scissione, il sommo detentore della parola apparirà solo in sporadica visione notturna (non erotica, causa scusa più banale del mondo ma in questo caso reale) ai propri adepti, e solo tramite aneddoti che potranno apparire come via di mezzo tra l'haiku e i detti di Sun Tzu.
Per ora vi lascia con un suo piccolo pensiero:
frugando tra i vari comparti del tempo inizio a capire dove si trovano le cose di valore.

4 commenti:

Mario ha detto...

Ho capito solo che devi curarti
hai la t facile
e il 2009 non è un buon anno per i rapporti con l'informatica

ma ti saluto lo stesso perché sono tuo nemico
:)

Mario ha detto...

ah, non sono mario
sono gelo
:)

Andrea ha detto...

Ciao caro,
ma che ti è successo? Sono un medico, e ho cercato di interpretare i vaghi indizi che hai sparso nel tuo posto.
Comunque, buona guarigione, e in bocca al lupo per tutto.
A presto,
Andrea - Hap

homo in vitro ha detto...

ok, svelerò l'arcano: ho una sinusite cronica associata a emicrania tipo cefalea a grappolo con auree.
Per sopravvivere devo sostanzialmente drogarmi e cercare di non sbausciare come i matti dei vecchi manicomi...