martedì 4 novembre 2008

Emicrania


Pillole di emicrania per quelli che come me ne sono affetti.


L'emicrania si manifesta nel 10-15% della popolazione

generalmente inizia dopo la pubertà

È spesso ereditaria

L'emicrania può essere considerata un fenomeno neurobiologico complesso

Le basi neurofisiologiche dell'emicrania sono ancora oggi poco conosciute

I sintomi dell'emicrania in quasi tutti i casi sono molto caratteristici

Possono talvolta essere preceduti da sintomi premonitori come cambiamenti dell'umore, aumento dell'appetito o sete

Circa il 10% dei pazienti soffre di cosiddette 'aure' come disturbi visivi o disturbi della sensibilità

Il dolore è pulsante e spesso localizzato in un lato della testa

Gli attacchi possono durare da poche ore fino a vari giorni e possono essere molto disabilitanti

Per la terapia dell'attacco acuto sono disponibili vari farmaci: analgesici e antinfiammatori classici, che bloccano la percezione del dolore; ergotaminici, che causano il restringimento dei vasi cerebrali dilatati; triptani, che agiscono sui recettori della serotonina

Non è possibile prevedere quale classe di farmaci sia più attiva nel singolo paziente

è frequente nella pratica quotidiana che un'emicrania prima solo episodica sia complicata da una cefalea cronica di rimbalzo indotta dall'uso troppo frequente di analgesici e triptani

I triptani sono particolarmente pericolosi in questo senso per il loro rapido effetto che induce ad un loro uso ripetitivo

È inoltre importante che la persona realizzi quali siano situazioni particolarmente stressanti per evitarle

Se queste misure non portano ad una sostanziale riduzione degli attacchi, o se gli attacchi avvengono più di 4 volte al mese e sono gravi e protratti oppure accompagnati da deficit neurologici, è indicata la farmacoterapia profilattica

La prognosi dell'emicrania è buona, in quanto essa dimostra una tendenza spontanea alla remissione dopo i 50 anni


Uff... Almeno altri 23 anni di sofferenze se non si inventano qualcosa...

2 commenti:

XxXSebbaXxX ha detto...

io come te soffro di emicrania!! con le cosiddette AURE ... x me e un vero incubo!! xke non c'e un giorno che non mi venga mal di testa.. e veramente tremendo...le auree non vengono sempre.. ma il mal di testa c'e!! io ne ho provate di tutti i colori x farle passare.. ma sembra che non ci sia verso... l'ho ereditata dalla mamma questa maledetta cosa...

homo in vitro ha detto...

Ciao, brutta bestia 'sta emicrania. Io ho quella focale, parte sopra l'occhio destro e si diffonde intorno all'occhio e può allargarsi ancora di più.
L'ultima volta ce l'ho avuta per 4 giorni e stavo perdendo la ragione...
Fortuna che il mio nuovo medico è piuttosto aggiornato. Mi ha consigliato di evitare antiemicranici se non in caso di estrema necessità. Mi ha consigliato di provare un analgesico che non avevo ancora provato("efferalgan" da 1000 mg) appena sentivo che stava per arrivare.
Io, dopo 10 anni di esperienza, ho iniziato a capire quando sta per arrivare (un'oretta di vantaggio...) e ho scoperto che riesco ad attenuarla proprio con quell'analgesico.
In questo caso un buon medico può fare la differenza.
Ciao, in bocca al lupo!