venerdì 10 ottobre 2008

l'aspirante scrittore - cap X - parlare di sé


Lo sfigatissimo aspirante scrittore (sas) è un personaggio particolare. Può appartenere alla razza di quelli che scrivono per farsi belli e quindi si mettono in mostra a ogni piè sospinto, anche solo dopo aver pubblicato un rutto su carta velina. Può anche appartenera alla razza di quelli che vomitano parole in una spelonca nascosta nel deserto del gobi, per pura passione nell'esternare subdole trame, e si fa vedere solo nell'underground della rete con le sue opere migliori. O infine alla terza specie, quella delle persone a cui fa piacere scrivere e comunicare; e se possibile anche ricevere dei riconoscimenti e delle soddisfazioni.
Probabilmemte il nostro sas appartiene a quest'ultimo gruppo. Egli è una creatura sostanzialmente timida, desiderosa di far leggere le sue cose, ma spesso troppo preda della paura di risultare spiacevole nello sbandierare al vento dove finiscono i suoi scritti.
Ma oggi il sas si sente particolarmente coraggioso e vuole condividere con i suoi innumerevoli fans (...) alcuni risultati più o meno interessanti.
In ordine cronologico.

- È uscita la raccolta di racconti (genere fantastico ad ampio respiro) frutto del concorso organizzato da "il sentiero dei draghi"; si chiama "il ritorno", prodotto via lulu.com, disponibile sia come e-book gratuito che come libro cartaceo acquistabile. Come bonus ci sono anche i racconti vincitori del concorso del 2007. Io sono dentro col racconto "nel cielo" (di cui qualcuno conoscerà la bozza "il muro", apparsa in una macelleria di LaTelaNera).

- Hanno stampato anche l'antologia horror Vamp 2008, coi racconti selezionati dal concorso omonimo, in cui c'è il mio racconto sperimentale "gocce". Non ho ricevuto opinioni molto positive da chi l'ha acquistata, sembra non sia molto curata come edizione (editing e impaginatura), ma se in ogni caso la volete prendere è edita da Area 31 per conto di ferrara edizioni . In ogni caso i miei fans possono chiedermi il racconto via mail che glielo mando volentieri...

- È appena uscita anche una rivista che ho conosciuto solo ora, molto carina, curata dall'editore moby dick, dal nome "tratti". È una rivista formato libro che tratta di letteratura in generale, molto curata (dalle pagine spesse e piacevoli al tatto), a cadenza stagionale. Nel numero 79 - autunno 2008, è presente una raccolta di racconti brevi (31 racconti di 1 cartella ciascuno), frutto di una selezione dell'iniziativa "corto si può fare", organizzata sul blog di barbara garlaschelli, dalla stessa e da daniela losini. Io ci sono col racconto "pan per focaccia". Nel libro sono presenti anche altri racconti e storie.
Questo vi consiglio invece proprio di comprarlo, perché sa di vecchio giornale di letteratura per romantici (esce puntualmente dal 1985). I taccagni e gli squattrinati si possono leggere gratis il mio racconto qui.

Poi ci sarebbe un'altra notizia di grossa soddisfazione, ma non ve la dico ora perché mi butto sulla scaramanzia... Confesserò tutto, nel bene e nel male, a metà novembre.

Infine vi dico anche che ho steccato il "500 gocce d'inchiostro" (in cui la giuria di certo non ha capito l'immenso valore del mio capolavoro... [sono ironico eh!]) e quasi certamente anche il "tabula fati".

Bueno, in futuro altri aggiornamenti, se mai il sas dovesse sentirsi coraggioso (o pubblicare ancora qualcosa...)

5 commenti:

gelostellato ha detto...

Allora mo
quello del sentiero dei draghi non lo compro di certo, visto che non hanno cagato manco per un cazzo quel bellissimo racconto dei lego che gli avevo mandato :)
però può starci che lo scarico
anche se quel racconto lho letto già in macelleria e ti ho già detto che mi piaceva e pure che veniva figherrimo se correggevi certe cose

il vamp
non lo compro
lo so
sono una cazzone
ma nove euro di spese postali per un libro che costa 9.50 mi sembra una presa per il culo
se mi dici pure che è male impaginato stiamo a posto
me li spendo in birre quei 18€
e poi il tuo racconto non era per caso quello col vampiro che succhiava gocce da uno appeso a testa in giù?
se è quello lho già letto
se non è quello beh
allora farà sicuramente schifo

l'antologia Tratti è arrivata anche a me
più il libro in regalo
figo!
confermo che è stata una bella sorpresa, una rivista letteraria col fascino dell'antichità :)
proprio un buon prodotto

poi basta
ciao
cazzone!
:)

homo in vitro ha detto...

Non ho preso neanch'io il vamp. troppo caro, in più bukowski su LTN ha riferito che è fatto male e non hanno nemmeno corretto gli errori di battitura, manco chiamare gli autori stessi che lo facevano gratis...

Tratti è davvero una figata, avessi dei soldi mi abbonerei pure...

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

good start

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)