giovedì 11 settembre 2008

alessandro girola - twentyfour 2 six

Ho sempre ammirato chi decide di creare un e-book. Mettere i propri scritti in un formato digitale accessibile (e quindi curare l'impaginazione e tutto il resto), renderlo disponibile a chiunque voglia leggerlo, con l'handicap di doverlo leggere sullo schermo o stamparselo, è una grande prova del desiderio di voler comunicare ad altre persone le proprie idee. E ciò prima ancora che pubblicare con il famigerato editore. Una cosa che io non ho ancora voglia (e soprattutto "forza") di fare.
Dopo aver letto due raccolte di racconti ("usciti dalla fossa" di raffaele serafini e "cacciatori notturni" di fabrizio vercelli) ho scaricato un romanzo. Un thriller "apocalittico", usando un termine che ho spesso sentito dire al suo autore, alessandro girola (quello del blog sull'orlo del mondo). Avendo la fortuna di lavorare in un laboratorio in cui la carta si spreca di brutto (gli errori nei grafici e nelle tabelle sono all'ordine del giorno), ne ho potuto riciclare un bel po' per stamparmi il tutto e leggermerlo con calma.
Devo dire che la lettura è stata piacevole. Questo grazie al fatto che la trama è costruita bene e riesce a incuriosire il lettore fino alla fine, secondo uno schema ben collaudato di aggiunta di indizi in corso di lettura. Inoltre c'è una buona alternanza di momenti di azione pura, con sparatorie e tutto il resto (più descrizioni ricche di particolari tecnologici per i fan di armi e mezzi), e momenti di riflessione sulle tracce e gli avvenimenti.
Altra cosa positiva è l'ambientazione, tutta italiana e devo dire che fa effetto, vedere un ex agente del NOCS, un avvocato, un ragazzo informatico, un egiziano e una tipa con passioni metafisiche e cabalistiche alle prese con un attentato terroristico in Italia. Di cui si troveranno costretti a sbrogliare la matassa rivelandone gli intrecci.
Naturalmente ci sono anche delle pecche. A volte si avverte un eccesso di intrusione del narratore che disturba un po' la lettura, oltre che a qualche passaggio macchinoso in fase di costruzione dell'azione, a livello di ritmo del periodo. Ma credo che un lavoro di editing nemmeno troppo marcato basterebbe a livellare le schegge e rendere efficace la narrazione. Ne potrebbe venire fuori una buona spy-story del belpaese.
Il romanzo è scarcabile gratuitamente al sito di alessandro girola, assieme ad altri racconti più o meno brevi.

6 commenti:

Gloutchov ha detto...

Anche io ho apprezzato tantissimo questo racconto... trovo che Girola abbia un grande talento per i racconti/romanzi d'azione. Veramente bravo nella narrazione... :)

Alex McNab ha detto...

Che bella sorpresa questa recensione!
Devo dire che fa sempre piacere sapere che qualcuno mi legge :) Gli ebook sono di difficile approccio per chi è abituato alla sola carta stampata, però per un esordiente sono l'ideale per mettersi alla prova senza rivolgersi a editori-truffatori (con contributo, print on demand etc etc).
Oltre a ringraziarti per la recensione, lo faccio ancor di più per i suggerimenti che mi hai scritto in privata sede.
Ne farò buon uso, e devo ribadirti che mi hai fatto un grande regalo :)

Simone ha detto...

Di Alessandro a me è piaciuto molto "Nevicata", un misto thriller-orror con gli zombi e tutto il resto. Dovrebbe essere ancora sul suo sito, per cui ti consiglio di leggerlo!

Simone

Giorgio ha detto...

Ciao sono capitato sul tuo blog per puro caso e mi ha fatto tanto piacere...se ti va fammi sapere come va se va tutto ok...cerco di procurarmi carabinieri in giallo
:-D ... un bacio tuo cugino

homo in vitro ha detto...

È stato un piacere, alex. IN futuro mi leggerò gli altri :)

Ciao cuggì!
Senti mandami un sms o una mail (supervinc.a@tiscali.it) con numeri e la tua mail che ho perso tutto!!
È da una vita che non ci si sente...

Valchiria ha detto...

vabbè, un salutino pure io, che passo per di qua ogni tanto :-)

Val