mercoledì 11 giugno 2008

gioco controvoglia

*
È il giorno in cui sento d'esser poltiglia
molle e dispersa tra i fili di paglia
secca e appuntita come una guglia
che infilza e oltrepassa la nera soglia
.
suona la sveglia
la pungi-membrana
suona la sveglia
il giorno mi sbrana

3 commenti:

Valchiria ha detto...

a dispetto del contenuto, il ritmo e le rime la rendono spassosa :-)

gelostellato ha detto...

viene proprio voglia di dirti:
Alzati pelandrone!!!
:D

Vinch the Grinch ha detto...

È proprio l'effetto straniante che cercavo...

E comunque ho un sonno terrificante in questi giorni...