giovedì 1 maggio 2008

puscifer - v is for vagina

A molti maynard james keenan può pur stare sulle scatole, ma bisogna ammettere che di musica se ne intende. Chi lo critica per i suoi atteggiamenti, per gli umori lunatici o per le pretese intellettualoidi, a volte dovrebbe semplicemente mettersi ad ascoltare la musica e basta. Perché questo è davvero un bell'album. Lo stesso maynard ha più volte ripetuto che questo è solo un (cupo) "divertissement", una manciata di tracce composte a mente libera. Che lo abbia fatto per mettere le mani avanti? Per una sorta di finta umiltà oppure per pubblicizzarsi?
Onestamente non me ne frega un bel niente, io ho apprezzato le canzoni per quello che sono. E aggiungo che molti altri recensori "esperti" in rete, dovrebbero faro lo stesso, commentare a mente libera.
La musica è ossessiva, ridondante, quasi sempre senza ritornelli e scevra da fronzoli di tecnica inutile, eppure continuamente varia. Registrazione e arrangiamenti impeccabili, melodie e musiche molto interessanti. I testi molto ironici, dissacratori, senza peli sulla lingua.
La voce fa da padrone, spesso profonda e cupa, e nella prima traccia (queen b) è accompagnata solo da una base di batteria su cui s'intrecciano le varie tonalità sovraregistrate. Lungo tutto l'album su ritrovano numerose contaminazioni di generi ed effettistiche, con una marea dettagli sonori che si apprezzano solo dopo vari ascolti.
Non è un album facile, questo no, e non si può pretendere che venga apprezzato da tutti. Chi predilige il classico schema strofa secca e ritornello melodico (o viceversa) può tranquillamente fare a meno di ascoltarlo. Ma non si può dire che sia un album fatto male. Chi ha voglia di immergersi in atmosfere tetre e in ambienti ostici se lo godrà di certo.
Insomma io lo consiglio proprio.

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Ciao, scusa, mi permetto di commentare... ho ricevuto oggi "V is for vagina , direttamente dall'america, il mio ragazzo mi ha letto nel pensiero portandomelo ... ed ora lo sto gustando.
Condivido pienamente ciò che dici. Da ASCOLTARE. Può piacere o no però MJK e compagni (Tool, Puscifer ed al tempo A perfect circle) sono geniali.

PussyVinch ha detto...

Ciao anonimo, commenta pure quando vuoi...
Saluti