giovedì 6 marzo 2008

monnezza connection

bottiglia di birra da 66
lattina di coca-cola
latta di pomodori pelati
bottiglia di birra da 33
latta di pomodori pelati
scatoletta di tonno
bottiglia di birra da 66
lattina di coca-cola
bottiglia di birra da 33
latta di pomodori pelati
...
Sto solo osservando il mobile della cucina accanto al secchiaio. Quello su cui c'è una fila ordinata di vetri e lattine. A cosa vi fa pensare?
I più acuti penseranno che io sono sulla retta via dell'alcolismo e che in famiglia si mangia troppa roba con sugo di pomodoro.
Quelli un po' più fantasiosi che questa settimana abbiamo mangiato solo una volta il tonno.
Quelli che sono portati per l'incazzatura sistemica che c'è qualcosa che non va con la raccolta della spazzatura.
Noi incazzati sistemici ci riconosciamo subito. Siamo dei barboni col grugno in fronte, amiamo i rage against the machine solo perché si chiamano così, giriamo in bicicletta con una mano sul manubrio e l'altra col dito medio al vento.
Ma di fronte a questo panorama anche gli acuti e i fantasiosi avrebbero le palle girate.
Sul microonde c'è installata una fontana a carta. Zampilla ogni volta che le passi affianco e diffonde spruzzi di carta colorata.
Sotto il lavello si sta verificando l'espansione di un nuovo universo, un ambiente in cui le teorie delle stringhe cosmiche potrebbero trovare conferma; una regione spazio-temporale in cui barattoli d'olio esausto gravitano intorno ai bidoni di metallo con umido condensato di massa pari quasi a zero, in cui polveri di secco interagiscono con nebulose di plastica.
Ormai io temo per la mia incolumità, tremo alla sola idea di dover aprire le ante di quel mobiletto e provocare un nuovo big bang.
Sapete come si chiama il processo che ha dato vita a tutto questo?
Raccolta differenziata a domicilio.
È il modo pratico che hanno inventato da queste parti per prevenire quello che accade in campania. Slogan: "Piuttosto che riempire le strade di monnezza ti riempiamo la casa".
"Se sgarri ti facciamo il culo".
"E se provi a forzare i cassonetti ti facciamo il culo".
Ehm, ma non me la potete dare la chiave?
"Vivi in uno stabile di almeno 6 appartamenti/famiglie?"
Veramento no, siamo in 5.
"Allora t'attacchi".
Già, m'attacco.
M'attacco alle bottiglie/lattine che ritirano una volta ogni due settimane.
M'attacco.
I due monnezzari mi accendono la cicca. Li sento sghignazzare. Non c'è altro modo. Comincio ad attaccarmi.
(Quest'ultima l'han capita in pochi/nessuno...)
Vabbé, basta, son stufo, m'attacco a letto.

2 commenti:

gelostellato ha detto...

ma attaccati al ...

:) :) :)
non potevo resistere, le porgi su un piatto d'argento:)

homo in vitro ha detto...

Sì, sì, ridi tu, ma non dimenticare che con tutte le bottiglie che ho c'ho un arsenale molotov che m'invidiano pure i brigatisti...