venerdì 14 marzo 2008

l'aspirante scrittore - capitolo VIII - nausea sulla marea

Cancale, Bretagna: bassa marea


Una delle pagine web più cliccate dall'aspirante scrittore è quella relativa all'elenco dei concorsi in scadenza. In particolare c'è quella del sito LaTelaNera, sempre piuttosto ricca e aggiornata, che nel periodo febbraio-marzo letteralmente grondava caratteri. Una marea di concorsi in scadenza cui lo sfigato aspirante scrittore (sas) voleva partecipare. Un sacco di possibilità per accrescere in un solo colpo fama virtuale e autostima. Quindi il sas si è messo sotto e ha dedicato ogni minuto libero alla stesura di racconti nuovi e alla revisione di eventuali ricicli, in modo da adattarli al tema del concorso.
Sì perché ci sono sempre più premi in giro, sempre più tematici e sempre più legati a un limite netto di caratteri. Quindi un sacco di fatica. Se si considera che uno di questi era per romanzi e lui ci voleva assolutamente infilare il suo (di questi tempi quelli gratis per romanzi di fantascienza sono rari) e che ha dovuto fare una fatica boia ad accelerare la revisione, si può intuire il livello di nausea da conocorso che gli è venuto.
Sono tanti sì, ma è sciocco cercare di farli tutti.
Quindi d'ora in poi, calma e sangue freddo, premi mirati e utili. Anche perché il sas non è capace di mandare racconti "tanto per", è insito nella sua mania di perfezionismo spedire roba che abbia comunque un minimo di cura e una storia valida. Possibilmente anche il più originale possibile.
Solo che si da il caso che egli sia anche lavoratore e padre di famiglia, quindi tempo e concentrazione sono due entità che spesso scadono nella rissa.
Quindi il sas stila il suo breve vademecum ufficiale:
  1. Verranno privilegiati i concorsi gratuiti che offrono vincite in denaro (che sono proprio rarità). Tanto per accordare brama di gloria ed esigenze familiari.

  2. In seguito concorsi che offrono un buon palcoscenico e visibilità, visto che ormai abbiamo oltrepassato il temibile confine dell'ansia da prestazione (ma a pagamento solo se davvero ne vale la pena; es: il carabinieri in giallo, che in cambio ti da l'abbonamento per un anno alla rivista e mette in palio soldi e pubblicazioni molto prestigiose. Cioè, l'anno scorso il mio racconto si è piazzato 8° e verrà pubblicato assieme agli altri vincitori sulla rivista e in una antologia edita da giallo mondadori...).

  3. Quindi concorsi associati a sfizi personali, siti cui si è affezionati, divertimento, etc...
Chiaramente ogni punto può essere aggirato dalla regola aurea:

se ti viene il mal di mare,
butta via tutto e non ci pensare.

Oltretutto, come si potrà di certo notare, i suoi interventi in rete, su forum e sullo stesso blog, sono diminuiti drasticamente. Gli dispiace un po' trascurare alcuni legami in silico, ma è necessario staccare la presa del computer e accenderla solo quando si è effettivamente in tema. Cercherà comunque di curare quelli più affettuosi e proficui, perché in ogni caso, sebbene fatto di cavi di rame o fibre ottiche, un legame d'amicizia va custodito e lucidato ogni tanto.

5 commenti:

Akinol ha detto...

This comment has been removed because it linked to malicious content. Learn more.

gelostellato ha detto...

Akinol è un mio affezionato lettore
non cercare di rubarmelo

homo in vitro ha detto...

Ah, in guerra e blog tutto è permesso. Un ospite illustre come akinol non posso rifiutarlo...

Alex McNab ha detto...

sacrosanto vademecum, dall'inizio alla fine...
Scusa se lo leggo un po' in ritardo :)

homo in vitro ha detto...

Figurati alex, non sono un quotidiano... Le visite sono solo che gradite...