domenica 6 gennaio 2008

Radiohead – in rainbows


Ho aspettato un po’ a postare le mie impressioni su questo album, ho voluto leggere in giro qualche commento. Come in precedenza, il pubblico è combattuto. “Gran bel cd” vs “ormai i RH sono defunti”.
Io mi sono schierato favorevolmente riguardo l’operazione commerciale, ma purtroppo per quel che riguarda il semplice lato musicale faccio parte del secondo gruppo (sostanzialmente composto da vecchi fan delusi).

Epitaffio.
Perché mi avete fatto questo?
Ovunque ci fosse un sondaggio tipo “qual è il vostro gruppo preferito” io un tempo postavo radiohead (insieme a un altro paio). Finché il mio caro (ex) gruppo preferito ha deciso di partorire una mezza stronzata di album detto hail to the thief e poi addirittura questo.
Ma dove sono finiti gli innovatori, quelli che hanno scritto la tipica pagina indelebile della storia della musica?
Sono finiti a fare arpeggi da terza elementare e a canticchiare canzoni pop.
Perché?
No, veramente, PERCHÉ?
Ma quello alla chitarra è davvero johnny greenwood?
Non mi aspettavo che anche i radiohead seguissero la caduta di molti altri gruppi che all’inizio eseguivano pezzi fenomenali e si dedicavano alla vera ricerca sonora per poi scadere nel pop (vedi genesis post peter gabriel, sigh!). E non voglio pensare che come i genesis anche i rh abbiano svoltato per cercare di conquistare lo stramaledetto mercato statunitense (che se sei straniero sei solo pop…), non lo so ma indagherò.
Uff, che delusione. Scaricatevelo se proprio non avete niente di meglio da ascoltare.

4 commenti:

gelostellato ha detto...

ho girato il tuo commento a thom yorke (siamo molto amici) e mi ha risposto così:

ma potremo suonare quel che ci stracazzo ci pare no? te lo facciamo anche scaricare gratis che vuoi di più?


comunque a me piace. mi spiace per te.
la cosa figa è che condivido quasi tutto quel che dici.
e tra l'altro, checchè ne dicano tutti, non ho mai trovato i radiohead questi grandi innovatori.
hanno preso cose che cerano già e le hanno usate bene.
molto bene.
a tratti moltissimo bene.

il fatto è che il cd mi piace
sarò diventato pop
sarò una merda
ma lo continuo ad ascoltare.
:)

che ci vuoi fare...

homo in vitro ha detto...

hai ragione, ho fatto una cazzata a fare 'sto post, pensa che a me j grenwood ha chiesto indietro la chitarra che mi aveva regalato...

Ma che ci posso fare, io sono un romantico fanatico rompicoglioni...

gelostellato ha detto...

ok facciamo così,
io vado a rigare al macchina di thom e tu restituisci la chitarra a greenwood senza corde e col manico piegato.

chissàmai che ululando e suonando chitarre storte non ci regalino un altro ok computer. :)

homo in vitro ha detto...

Ma sai che quasi quasi...