giovedì 31 gennaio 2008

L'aspirante scrittore - capitolo VI - Homo in Vitro 1.0

Girano voci sul fatto che lo sfigatissimo aspirante scrittore (sas) abbia terminato il suo primo romanzo. Cioè, scritto, riletto, corretto, riletto, revisionato. Ora può ben dire che la versione 1.0 è pronta. Naturalmente il sas è certo che se lo rileggerà un’altra volta (ed è certo che lo farà) troverà altre 3-4 mila cose da correggere e rimettere a posto. Perciò è giunto alla conclusione che è meglio lasciarlo salvato nel cassetto (computer + floppy + USBpen + computer del laboratorio + 1 copia stampata, che sai mai dovesse cancellarsi!!!) almeno per una o due settimane. Poi vedrà.
Intanto sta sognando il giorno della pubblicazione, il giorno della presentazione, quello delle prime copie vendute, quello del traguardo delle 10 mila copie vendute, quello del premio quaquaraqua, quello della traduzione in francia, quello dell’esplosione negli stati uniti, quello del film tratto da, quello... be’, questo forse è troppo, ma il sas ha addirittura sognato quello in cui intasca montagne di soldi!!!!!
Ci sono dei momenti in cui il sas si ricompone e butta giù un raccontino. Quelli sono i momenti in cui è davvero realista, i momenti in cui dice: “Ma che cazzo, sono sicuro che ricco con la scrittura non ci divento, allora perché non divertirsi? Perché non stare lì a scrivere senza pensare troppo a come tutti i potenziali lettori potrebbero interpretare?
Scrivere per il solo gusto di farlo.
Perché è nato tutto così, per il solo gusto di sognare su un pezzo di carta.
Alla fine è arrivato addirittura un romanzo (non lunghissimo eh, 150 pagg) ma è stato un grosso grosso impegno. Far quadrare tutto, soprattutto in un’opera sci-fi.
E allora che il sas si diverta anche col suo romanzo! Ripropone dunque il suo semplice, vecchio boz-trailer. Che ora, quasi, può assurgere al nome di booktrailer.


7 commenti:

Gloutchov ha detto...

:(
Non riesco a vedere il booktrailer... non va!
:(

Alex McNab ha detto...

che lo scrittore sia sfigato per antonomasia, nn ci piove.
Ma tu poi la conosci questa antonomasia? :)

Scherzi a parte, i castelli mentali li facciamo tutti... è che più si conosce l'editoria, prima crollano.
A volte perchè abbiamo la dimostrazione di essere delle pippe.
Altre volte si capisce che senza le classiche spintarelle...

homo in vitro ha detto...

Messo a posto, ora dovrebbe vedersi...

Già, l'editoria... visto che questa fantastica rubrica continuerà, narrerò le (dis)avventure del sas alla ricerca dell'editore perduto...

gelostellato ha detto...

minkia...il buktreiler, fun cool vinch, very fun cool!
:)

homo in vitro ha detto...

Un fun cool davvero meritato!

Gabriel ha detto...

Figo il buctreiler, Vinch!
E ti faccio gli auguri per il romanzo (da sas a sas :P ).

p.s. visto che il tuo blog ha copiato il blog di cecostellato, come il mio, ho pensato bene di linkarti.

homo in vitro ha detto...

Ehi non m'ero mica accorto che avevi aperto un blog! È che con tutti quei pipistrelli che hai in firma nun se capisce...
Ogni tanto fammi sapere anche come va il tuo di romanzo...

Ma scusa, Cecochi?